mercoledì 3 ottobre 2012

Go to Hell




Sei sempre stato un ottimo attore, un regista anche migliore.
Il sapiente uso del tempo.
Lanci una bomba, sollevi un polverone e sai che, perché la prossima sia efficace, è necessario che torni la calma.
Così taci. E io mi illudo che, finalmente, ti sia arreso.
Ricomincio a respirare, a tirare il carretto disordinato della mia vita. È difficile all'inizio, ma poi l'inerzia aiuta.
Un passo dopo l'altro, un giorno dopo l'altro, risollevo la testa.
E quando non ci penso, quando smetto di essere guardinga, eccoti lì.
Te lo riconosco, sei di una bravura straordinaria.
Il momento giusto, le parole giuste.
Mi racconti la tua solitudine tra le braccia di sconosciuti pagati per accudirti. Me lo racconti secco, senza fronzoli strappacuore. Efficace, davvero.
Puntavi a farmi piangere, vero? Ci sei riuscito, bravo. Bravissimo.

Fottiti.

 

3 commenti:

Anonimo ha detto...

:).. tieni duro..

Omonero ha detto...

Non voglio! Non voglio che tu soffra! Cerca in me la tua cura.

abissonauta ha detto...

e così mi fate piangere pure di più!
Siete preziosi.